DIGITOPRESSIONE

 

La Digitopressione è una tecnica che deriva direttamente dall’Agopuntura ma non  è invasiva, in pratica si trattano i punti sui meridiani non con l’utilizzo di aghi ma tramite la stimolazione manuale.

Si applica la conoscenza dei fondamenti di Medicina Cinese come ad esempio la teoria dello Yin e dello Yang, dei Cinque Elementi o la differenziazione delle sindromi secondo i principi del Ba Gang (le otto regole), oltre agli elementi fisiologia energetica degli Zang-Fu (organi e visceri) e soprattutto del passaggio dei meridiani e del posizionamento degli agopunti selezionati per azione, funzione e categoria.

Tutto ciò per costruire un protocollo specifico per ogni individuo che possa avere efficacia terapeutica.

In questo caso il disturbo può riferirsi ad un’alterato passaggio del ciclo del Qi (energia vitale) o del sangue nell’organismo che può creare zone di accumulo, di stasi o di vuoto. L’obbiettivo è di normalizzare queste aree.

La stimolazione avviene con l’uso delle dita o nocche della mano e dipende dalle zone interessate e dalla forza che si vuole imprimere, può durare dagli uno ai 5 minuti per ogni punto e può essere ripetuta fino a tre volte durante la seduta.

La Digitopressione è particolarmente  efficace nei casi di lievi disturbi articolari,    debolezza ,problemi digestivi , nervosi ed emozionali, respiratori , gastrointestinali e  ginecologiche dolori muscolari ed articolari, cefalee ,insonnia etc.

Non è consigliato ricorrere alla Digitopressione dopo pasti abbondanti in caso di malattie gravi, neoplasie, artriti, malattie infettive e dermatologiche, nelle gestanti (soprattutto il primo trimestre) e nelle persone con problemi circolatori, tipo vene varicose o  fragilità capillare.